Festival della Protezione Civile Massa Carrara 2 – 12 Ottobre 2013

Si è tenuto questo importante evento proprio a Massa Carrara al quale è stata invitata la sezione ARI di Massa Carrara, di seguito alcune foto dell’ evento.

 

Evento N° 29 – cultura Sabato 12 Ottobre 2013 – Ore 10:00
Prot.com, CarraraFiere, Marina di Carrara - Un Patto per la Protezione Civile

Fwd- Festival della Protezione Civile a Massa Carrara (2-12 Ottobre)

 Il “MINISTRO” Zamberletti assieme a Gabrielli al tavolo dei relatori

Fwd- Festival della Protezione Civile a Massa Carrara (2-12 Ottobre) (1)

Il Vice Prefetrto Carpanese sub Commissario Provincia e Dirigente dell’ Area I – Protezione Civile

Fwd- Festival della Protezione Civile a Massa Carrara (2-12 Ottobre) (2)

Il Vice Prefetrto Carpanese sub Commissario Provincia e Dirigente dell’ Area I – Protezione Civile

Fwd- Festival della Protezione Civile a Massa Carrara (2-12 Ottobre) (3)

Lo avete riconosciuto ? E’ Giorgio …. stand Polizia di Stato

Fwd- Festival della Protezione Civile a Massa Carrara (2-12 Ottobre) (4)

e questo è Giuseppe CRP stand Croce Rossa Corpo Militare

UN CONVEGNO ALLA CERTOSA DI PONTIGNANO

certosa di pontignano siena

“COMUNICARE L’EMERGENZA”

La Protezione Civile si confronta e pensa al futuro

Sabato 8 giugno 2013
ore 9.00
Sala Bracci
Certosa di Pontignano, (Siena)

PROGRAMMA :

Ore 9.00 Registrazione dei partecipanti

Ore 9.20 Saluti
MIRKO SCALA Presidente Vab Toscana,
FILIPPO TOCCAFONDI Vicepresidente Vab Toscana,
direttivo regionale Cesvot
ALESSANDRO PINCIANI Vice Presidente Provincia di Siena
ROBERTO MONACO Pres. Ordine Medici Odontoiatri Siena
Inizio dei lavori

Ore 10.00
ELVEZIO GALANTI Esperto di Protezione Civile Responsabilità e attività per la comunicazione nella Protezione Civile
LORENZO ALESSANDRINI Dipartimento di Protezione Civile Il ruolo dei Sindaci nella comunicazione dell’emergenza

Ore 11.00 Coffee break

Ore 11.20
ANTONINO MARIO MELARA Dirigente di Settore Sistema Regionale di Protezione Civile Comunicare l’emergenza : l’esperienza toscana
SANDRO BENNUCCI Caporedattore La Nazione Il ruolo dei giornalisti nella comunicazione dell’emergenza
GIUSEPPE PANZARDI Medico 118 Comunicare in emergenza e l’emergenza: l’esperienza del 118
DIBATTITO

Ore 13.00 Pranzo

Ore 14.20
CORRADO DE SERIO Formatore org. complesse Elementi di teoria della comunicazione
LUCIANO CARTOCCI Medico psicologo clinico Aspetti psicologici della comunicazione nell’emergenza
BARBARA BARSANTI Esperta di PC Social network e comunicazione da e verso la sala operativa
STEFANO ORLANDI ARI-RE Toscana Le comunicazioni analogiche e digitali
GIUSEPPE NOVELLINO Fir Cb Le comunicazioni radio digitali, quale impiego nell’emergenza. Protocolli TDMA- FDMA: quale utilizzare?
MIRKO SCALA Vab Toscana Contributo dell’Associazione al tema

Ore 17.00 DIBATTITO e conclusione lavori

A.G.N. di Varese del 27 Aprile 2013

A. G. N.  del  27 APRILE  2013

NASCE  

ARI-RE VOLONTARIATO

Questa data sara’ ricordata come una tappa importantissima per la nascita della

NUOVA ARI-RE

in seno all’ A.R.I.

Adesso inizia il cammino per dettare le regole di questa nuova  ”Associazione” .

E’ importante l’aiuto di tutti con suggerimenti, consigli ed opinioni, anche critiche ma  costruttive, per supportare la Commissione incaricata di realizzare il nuovo Statuto Ari-re.

Questa la notizia a caldo ma nei prossimi giorni, non manchero’ di dettagliare l’argomento.

73, de IW5DPF

Stefano

ARI-RE  TOSCANA

CONFERENZA ORGANIZZATIVA REGOLAMENTO A.R.I. R.E. – POMPEI

Lastra a Signa, 27/02/2013
Spett.le Presidente C.R.T.
I5WBE Enrico Baldacci
Oggetto: Conferenza Organizzativa Nuovo Regolamento A.R.I.-R.E. del 23/02/13 – Pompei

Caro Presidente,

ti invio la relazione dei lavori, di cui all’oggetto, dove ho presenziato in rappresentanza della nostra Regione. La Conferenza, moderata ottimamente dal nostro Presidente Nazionale I0SSH Graziano, e’ stata improntata alla massima calma ed informalità. Tant’è vero che non siamo riusciti a fare un elenco dei presenti, ma solo un semplice appello delle regioni, tra l’altro quasi tutte presenti, compreso la Sardegna con ben due Rappresentanti Ufficiali….. I lavori sono iniziati con una breve introduzione del Presidente Sartori per stimolare i presenti, dopo di che ha passato la parola ai rappresentanti della Commissione incaricata di redigere il nuovo regolamento, composta da I2MUH Melloni, I3TGW Tegner, IZ4BBF Palazzini. Dopo aver dato lettura del documento, già diffuso a tutta l’Associazione, riguardante la situazione attuale della materia e le possibili vie di uscita, si sono succeduti vari rappresentanti regionali che, come spesso e’ accaduto in altra occasioni, si sono cimentati in autocelebrazioni e difesa dei propri orticelli. Questo a portato ad un’ampia e accesa discussione, con il coinvolgimento di tutti, per chiarire che nessuno vuol togliere niente in ordine a convenzioni, contratti, ecc. in atto, stipulati con i vari enti ma, al contempo, si ritiene giusto dare la possibilità a tutti di accedervi.In questa ottica e’ stata illustrata la nuova normativa inerente gli “ Indirizzi operativi volti ad assicurare l’unitaria partecipazione delle organizzazioni di volontariato all’ attività di protezione civile “ direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 9 novembre 2012, pubblicata sulla G.U. N. 27 del 1 Febbraio 2013.Questa importante normativa porterà dei cambiamenti per quanto riguarda le iscrizioni ai “vecchi“ Albi Regionali, Provinciali, ecc. che saranno trasformati in “Elenco Nazionale“ ed “Elenco Territoriale“ e comporterà un diverso utilizzo delle risorse di “VOLONTARIATO“ disponibile sul territorio. Proprio il confronto con questa nuova legge, che cade nel momento di transizione del nostro Regolamento, ci permette di affrontare il futuro nel modo appropriato. Dalla discussione e dalle proposte e’ uscito che non e’ possibile, per obbiettiva praticità, intervenire sullo Statuto in vigore ma che la strada da percorrere e’ quella di creare una nuova entità, avente valenza giuridica propria, dove il primo requisito sia essere socio ARI, dove possano convivere le due realtà , ARI ed ARI-RE, ma solo CHI LO DESIDERA possa partecipare alle attivita’ di R.E. , senza obbligare tutti i soci ARI ad aderire ma senza precludere a nessuno la possibilità di farlo. Il nocciolo e’ proprio questo: fare o non fare “VOLONTARIATO“…Tecnico, specializzato o come lo vogliamo chiamare ma sempre questo e’ lo scoglio da superare. Al termine della conferenza e’ stato ribadito pieno appoggio alla Commissione in carica ed alla quale e’ stato chiesto di redigere questa nuova proposta e di farla pervenire, nei modi e tempi dovuti, a tutte le Regioni per far si che ne sia discusso nelle proprie adunanze e con i mandati ricevuti, partecipare alla prossima Assemblea Generale Nazionale per far nascere la nuova ARI-RE. Per dovere di cronaca erano presenti anche i responsabili della Rete Alternativa delle Prefetture.

Cordiali saluti.

Il Delegato ARI-RE Toscana

IW5DPF Stefano Orlandi

stefanoorlandi-@-supereva.it

Gruppo A.R.I. – R.E. Toscana

logo-ari-re-Come molti di voi sapranno, il Coordinatore Regionale ARI-RE, Stefano Orlandi IW5DPF, ha aperto un gruppo di discussione su Google Groups, una “piazza virtuale” dove gli interessati all’attività di Comunicazioni Radio d’Emergenza possono incontrarsi per parlare ed esprimere il loro parere

In questo modo, con la collaborazione e lo scambio democratico di pareri e critiche costruttive, contribuendo fra persone che condividono lo stesso interesse, si potrà creare un Gruppo ARI-RE Toscana che possa portare i Soci ARI interessati dentro a questa attività importante.

Se siente interessati, se volete dare la vostra disponibilità ad intervenire in caso di calamità in qualità di Operatori TLC, ecco l’indirizzo dove è possibile iscriversi:

Gruppo ARI-RE Toscana